Novità

Novità

Amedeo Minghi



12 agosto 2014
Radio Birikina festeggia: Amedeo Minghi.

Amedeo Minghi è un cantautore e compositore italiano nato a Roma il 12 agosto 1947. Giovanissimo fonda “I Noemi”, complesso di cui è voce solista; è in questo periodo che compone la sua prima canzone dal titolo “Una cosa stupida”, proposta alla RCA italiana, senza ottenere risultati.

Intrapresa la carriera come solista, viene messo sotto contratto dalla “Dischi Ricordi” che gli fa incidere un 45 giri “Alla fine/ma per fortuna”, su testi del maestro Mogol. Segue un’altra produzione senza successo e poi termina il contratto con la casa discografica.

 

Nel 1970 Amedeo incontra Edoardo Vinello che lo fa entrare nella sua casa discografica: inizia a scrivere canzoni per “I Vianella” come “Vojo er canto de ‘na canzone”, “Canto d’amore di Homeide” e “Fijo mio”.

Nel 1973 con questa casa discografica pubblica il suo primo album i cui testi sono scritti da Edoardo De Angelis, Francesco De Gregori e Carla Vistarini. Due anni dopo diventa membro dei “Pandemonium” per cui scrive alcune canzoni tra cui “L’immenso”, che raggiungerà l’apice delle classifiche internazionali. Prosegue per Amedeo l’attivita di compositore per Rita Pavone, Anna Oxa, Gianni Morandi, Marisa Sannita.

Nel 1978 termina la collaborazione con il gruppo dei “Pandemonium” e il cantante si dedica al secondo album, edito nel 1980, dal titolo “Minghi”. Non soddisfatto del lavoro effettuato dalla casa discografica “De Angelis”, passa alla “It”, dove conosce il paroliere Gaio Chiocchio, con il quale inizia una collaborazione che durerà ben quattro anni.

“1950” è il titolo del brano presentato nel 1983 in occasione del Festival di Sanremo di quell’anno. La canzone non ha successo ma verrà ripresa da Gianni Morandi.

Amedeo cambia nuovamente casa discografica e passa alla RCA Italiana con la quale promuove il “Q disc, Quando l’estate verrà”. Il 1985 vede il cantante presenziare al Festival di Sanremo in duetto con la cantante lirica Katia Ricciarelli: il pezzo presentato è “Il profumo del tempo”.

“La vita mia” è l’album del 1989 che vende oltre 500 000 copie e che apre un tour teatrale che avrà fine dopo tre anni. Risale a questo periodo l’invenzione musica+monologo accoppiata che, secondo il cantante, definisce il concetto che egli ha di musica.

Nel 1990 Amedeo Minghi si presenta a Sanremo con Mietta, interpretando “Vattene amore”. Il successo è assicurato: il brano si aggiudica il terzo posto al Festival, vince un disco di platino ed anche un premio Telegatto. L’anno seguente ritorna a Sanremo con “Nenè”, il cui omonimo album venderà oltre 200 000 copie. Gli anni ’90 vedono Minghi alternare l’attività cantautoriale con la composizione di colonne sonore per fiction come “Fantaghirò”, “La principessa e il povero”, “Sorellina e il principe del sogno”, “I ricordi del cuore”.

Nel 1993 e nel 1996 il cantante presenta a Sanremo “Notte bella e magnifica” e “Cantare d’amore”. Il successo di Amedeo si spinge anche oltre oceano, in particolar modo in Brasile. Nel 1998 chiude gli anni ’90 con l’album “Decenni”, che gli farà guadagnare ben quattro dischi d’oro.

La fortunata carriera dell’artista prosegue e nel 2000 dedica “Un uomo venuto da lontano” a Giovanni Paolo II; il Vaticano deciderà di commissionare al cantautore un brano inedito in occasione del Giubileo 2000 (“Gerusalemme”). Lo stesso anno Minghi pubblica l’album “Anita”, seguito da “L’altra faccia della luna”, “Su di me”, “Sotto l’ombrellone”. Nel 2006 pubblica il suo primo libro autobiografico, dal titolo “L’ascolteranno gli americani”.

Nel 2009 collabora con Baglioni e nel 2010 duetta con lando Fiorini. L’anno seguente compone la colonna sonora per il film realizzato dalla rai, “Anita Garibaldi”,

Rai Uno, nel 2012 affida al cantante lo show “Cantare è d’amore”, che porterà l’artista a realizzare “Vivi e vedrai”. Ancor oggi Amedeo Minghi è impegnato nel realizzare nuovi progetti in ambito musicale.

Elisa Nadai

Radio Birikina Remembering
Ogni settimana alcune giornate dedicate ai protagonisti della musica di sempre

Alle ore 11,10 – 16,10 – 21,10 verranno trasmesse le canzoni più celebri dell’artista ricordato

© 2018 Radio Birikina
Radio Birikina s.r.l. - Sede legale e operativa via delle Mimose, 12 31033 Castelfranco Veneto (TV) Tel 0423.7367 Reg. Impr. di TV e Cod. fisc. 01781360266, P.I. 00333620284, R.E.A. 108871 Cap. soc. Euro 52.000,00 i.v.