Novità

Novità

Elvis Presley



8 gennaio 2017
Radio Birikina festeggia: Elvis Presley

L’8 gennaio 1935 nasceva a Tupelo uno dei più celebri cantanti di tutti i tempi, il “Re del Rock and Roll”: Elvis Presley.

Nacque nello stato del Mississippi sopravvivendo al fratello gemello; la famiglia viveva in povertà ma non gli faceva mancare l’affetto. Il contatto con il mondo della musica avvenne durante alcune funzioni religiose. Per il suo ottavo compleanno gli venne regalata una modesta chitarra con cui imparò i primi accordi musicali. Con questo strumento cominciò ad esibirsi di fronte a parenti ed amici fino a quando gli venne offerta la possibilità di partecipare ad un concorso per dilettanti: per la prima volta suonò e cantò dinanzi ad un pubblico consistente, classificandosi al secondo posto.

Circa dieci anni dopo “Old Shep” di Fred Foley, brano con cui aveva ottenuto il successo alla competizione, venne inciso in collaborazione con la RCA Records. Poiché il padre di Elvis non riusciva ad ottenere un’occupazione stabile, la famiglia decise di cambiare residenza a Memphis (1948). Il nostro protagonista cercò di migliorare la situazione finanziaria della famiglia cercando un lavoro stabile; la ditta “Crown Electric” che si occupava di impianti elettrici, lo assunse come camionista. In uno dei suoi viaggi vede la casa discografica “Sun Records” che dava la possibilità ad aspiranti cantanti e musicisti di registrare un disco con un prezzo irrisorio. Elvis decise di provare, con l’intenzione di regalarlo alla madre. Sam Phillips, proprietario dell’etichetta ascoltò casualmente il prodotto ed intuì le potenzialità del cantante, convocò il contrabbassista William Black, il chitarrista Scotty Moore con l’intenzione di produrre un nuovo team musicale. Da qui potremo dire che iniziò il suo fortunato ventennio, una carriera eclettica e poliedrica. Scotty Moore diventò il primo manager ufficiale.

I primi lavori risalgono al 1954, lo stile è misto tra il country e il rhythm and blues; alcuni brani: “That’s All Right (Mama)”, “Blue Moon of Kentucky”, “Baby Let’s Play House” (tutte cover di grandi classici). Cominciarono nello stesso periodo anche le prime esibizioni che lo resero celebre a livello locale. Licenziandosi dal lavoro di camionista Elvis prendeva la decisione di fare l’artista.

Anche nel momento d’esordio non mancarono le contestazioni da parte del pubblico. Al Louisiana Hayride di Shreveport l’accoglienza per il cantante fu molto calda tanto che Elvis si esibì più volte nello stesso luogo. Scott Moore decise di lasciare l‘attività di manager e al suo posto subentrò Bob Neal che gli procurò alcune date nel sud degli Stati Uniti; anche qui non mancarono i dissensi da parte degli spettatori, tranne dal pubblico più giovane che al contrario, apprezzava le performance dell’artista.

Il 22 novembre 1955 Elvis venne ceduto alla RCA che gli fece incidere il brano “Heartbreak Hotel”, successo commerciale che gli valse la fama a livello internazionale. Nello stesso periodo si affidò al cinico e scaltro Colonnello Tom Parker per ciò che concerne l’attività manageriale. Il 10 aprile 1955 il cantante si recò a New York con lo scopo di poter partecipare al programma “Talent Scout” ma non venne accettato. L’anno seguente apparve per la prima volta in uno show televisivo denominato “Stage Show”. Altre partecipazioni contribuirono alla popolarità e vennero accolte benevolmente. Alcuni perbenisti criticarono aspramente le esibizioni di Elvis per le sue movenze ritenute oscene e volgari. Tuttavia le opinioni venivano smentite dalle vendite dei dischi come “Heartbreak Hotel” che riscosse 5 milioni di copie, “Teddy Bear” che vendette 4 milioni di copie, “Don’t Be Cruel” con 6 milioni di copie, “Jailhouse Rock” con 9 milioni di copie ed altri. Durante gli anni ’50 Presley per i suoi concerti si avvaleva di un vasto numero di collaboratori musicali.

Nel frattempo approdiamo alla fine degli anni ’50 e al decennio successivo, momento in cui il colonnello Parker cercò di far inserire l’artista in alcune produzioni cinematografiche; Elvis prenderà parte a “Love Me Tender” del 1956, “Loving You” del 1957, “King Creole” (1958), ultima pellicola prima della chiamata al servizio militare. Terminato l’impegno civile negli anni ’60 Elvis ritornò in scena con una serie di interviste. Il panorama musicale stava cambiando ed Elvis era circondato da persone che volevano guadagnare sulla sua immagine, questo portò il cantante ad un atteggiamento di diffidenza e all’uso di droghe. Venne invitato da Frank Sinatra in televisione dove interpretò alcune canzoni in coppia con il conduttore e alcuni inediti; successivamente pubblicò alcuni singoli tra cui “Are you Lonesome Tonight?”.

Dal 1961 il cantante decise di riprendere l’attività cinematografica ma le parti che gli venivano offerte erano banali. Nel 1970 iniziò a produrre alcuni spettacoli sul palco dell’International Hotel di Las Vegas. Queste presenze furono accompagnate dalla pubblicazione di alcuni album in studio, tra cui “Promise Land”, “Today”, “Having Fun with Elvis on Stage”, “Burning Love”.

I problemi fisici, la dipendenza dai farmaci, il divorzio dalla moglie crearono nel cantante un importante stato depressivo che segnarono inevitabilmente il declino a livello artistico. Il 26 giugno 1977, davanti a 18.000 persone tenne il suo ultimo concerto.

Elvis morì il 16 agosto per un attacco cardiaco, aveva soltanto 42 anni.

© 2017 Radio Birikina
Radio Birikina s.r.l. - Sede legale e operativa via delle Mimose, 12 31033 Castelfranco Veneto (TV) Tel 0423.7367 Reg. Impr. di TV e Cod. fisc. 01781360266, P.I. 00333620284, R.E.A. 108871 Cap. soc. Euro 52.000,00 i.v.