Novità

Novità

Vasco Rossi



7 febbraio
Radio Birikina festeggia: Vasco Rossi.
Il Blasco, come viene definito dai fans, ovvero il cantante Vasco Rossi è nato il 7 febbraio 1952 a Zocca. Fin da bambino rivela una certa predisposizione per la musica, per questo la madre lo iscrive alla scuola di canto del maestro Bononcini. A soli 13 anni vince il concorso “L’Usignolo d’oro” con la canzone “Come nelle fiabe”. L’anno seguente fonda il suo primo complesso: i “Killer” (nome poi mutato in “Little Boy”). Il carattere ribelle del cantante si rivela nel periodo dell’adolescenza e soprattutto nell’ambiente scolastico: i genitori iscrivono il figlio in un istituto salesiano affinché consegua il diploma ma Vasco non si rivela uno studente modello, al contrario trasgredisce alle regole del collegio. Terminati gli studi superiori si iscrive all’università di Bologna e segue i corsi della facoltà di Economia e Commercio, tuttavia il suo sogno era frequentare il DAMS. La passione per la musica è sempre viva nell’artista tanto che nel 1975 fonda insieme a Marco Gherardi “Punto Radio”, un’emittente libera sul modello radiofonico tipico di quegli anni. Vasco Rossi si appassiona a questo nuovo impiego divenendo ben presto uno dei dj più affermati nella zona. A partire dal 1977 intraprende la carriera da solista incidendo “Jenny/Silvia”, un primo 45 giri, seguito l’anno dopo dal primo album: “Ma cosa vuoi che sia una canzone…”. Il secondo lavoro del 1979 si intitola “Non siamo mica gli americani”; in esso è contenuta la celeberrima canzone “Albachiara”. A seguito della morte del padre la prima idea del cantante è quella di abbandonare la carriera musicale poi però, decide di continuare a rincorrere il suo sogno e per farlo pubblica un terzo album (“Colpa d’Alfredo”) che non ottiene il successo sperato. Per farsi conoscere Vasco decide di aggregarsi alla Steve Roger band per un tour musicale che aumenta la sua popolarità e lo porterà ad esibirsi dal vivo con il brano “Sensazioni Forti” alla trasmissione Domenica In. L’esibizione viene criticata dal giornalista Nantas Salvaggio al quale il cantante dedicherà la futura hit “Vado al massimo” presentata al Festival di Sanremo del 1982. Il vero debutto nazionale giunge con il quarto album intitolato “Siamo solo noi” dell’anno 1981. Nel 1983 il cantante ritorna al Festival dove presenta “Vita spericolata”, che si classifica al penultimo posto. Lo stesso anno vince il Festivalbar con la canzone “Bollicine”, tratta dall’omonimo album. Nello stesso periodo Vasco viene condannato a due anni e otto mesi per uso e detenzione di sostanze stupefacenti. Scontata la pena l’artista ritorna in scena con “Cosa succede in città”, definito come l’album della rinascita. Dopo una pausa di due anni dovuta alla nascita del primo figlio, nel 1987 egli ritorna con “C’è chi dice no”, seguito dall’album “Liberi liberi” (1989). Nel 1993 a seguito della nascita del secondo figlio, il cantante pubblica il disco “Gli spari sopra” che lo porta alla vittoria di ben 10 dischi di platino. Tra un lavoro e l’altro seguono tour musicali a livello nazionale in cui l’artista spesso invita altre personalità come per esempio Francesco de Gregori. Il 1998 è un anno importante per il Blasco che dopo un nuovo album decide di aprire la prima edizione dell’ Heineken Jammin’ Festival a Imola. La serata viene filmata e viene realizzato “Rewind”, video che entra a far parte del primo album dal vivo, reso disponibile al pubblico nel 1999. Nel 2000 dedica la canzone “Una donna da sognare” alla cantante italiana Patty Pravo e nello stesso anno firma il successo “La tua ragazza sempre” interpretato per la prima volta al Festival di Sanremo dalla voce di Irene Grandi.

Nel 2001 il nostro protagonista si aggiudica la vittoria alla manifestazione Festivalbar con “Ti prendo e ti porto via”. Nel 2004 esce l’album “Buoni o cattivi”, anticipato dal singolo che porta l’omonimo titolo, che otterrà successo nazionale e che verrà seguito da “Buoni o cattivi Live Anthology 04.05” ( un doppio CD e triplo DVD che ripercorre le tappe del Tour). L’11 maggio 2005 l’università milanese IULM conferisce al cantante la laurea “honoris causa” per essere stato parte di una vera rivoluzione musicale. Lo stesso anno viene invitato come ospite a Sanremo dove per ripicca, canta “Vita Spericolata”. Il 19 gennaio 2007 esce il singolo “Basta poco” di cui non viene resa possibile la vendita; questo segna il record italiano di download legali. Dopo altri DVD che documentano i tour musicali operati dal cantante, nel marzo 2008 esce il ventunesimo album intitolato “Il mondo che vorrei” che dà il nome anche alla prima traccia (anche questo lavoro verrà seguito da un live tour e da un documento video che lo testimonia). Alcuni problemi di salute hanno provocato l’annullamento di alcune date dei tour tra il 2009 e il 2010, tuttavia il cantante prosegue la sua carriera musicale, sia in qualità di interprete sia di autore (ha scritto brani per Noemi, Patty Pravo ed altri). Nel 2013 esce il singolo “L’uomo più semplice” a cui fa seguito il “Live Kom 2014” tenutosi a San Siro e allo Stadio Olimpico di Roma. Il novembre 2014 è uscito un nuovo album di inediti intitolato “Sono innocente” e che verrà anticipato dal singolo “Come vorrei”.
A seguito dell’uscita del disco “Sono innocente”, il 7 giugno 2015 parte il “Vasco Live Kom ‘015” dallo Stadio San Nicola di Bari. Del concerto di Napoli viene pubblicato “Tutto in una notte” a marzo 2016, due CD, due DVD ed un bluray.

Finito il tour, Vasco torna in sala di registrazione per cantare in duetto un brano contenuto nel nuovo cd degli Stadio intitolato “Miss Nostalgia”. Il brano in questione è “Tutti contro tutti”. Di fatto il brano segna il ritorno di Vasco Rossi al duetto con Gaetano Curreri, dopo il pezzo “La faccia delle donne” dei primi anni ottanta.

Dopo un periodo di pausa, Vasco Rossi torna a calcare i palchi italiani con il “Vasco Live Kom ‘016”. Per le 4 date romane sono stati venduti complessivamente 205.000 biglietti.

Un mondo migliore e viene pubblicato il 14 ottobre 2016.

Nel gennaio del 2017, con oltre 180000 biglietti venduti per il Modena Park 2017, Vasco stabilisce il record europeo di spettatori paganti per un singolo concerto, superando un primato appartenente a Luciano Ligabue.

Il 1 dicembre 2017 esce in anteprima in alcuni cinema Vasco Modena Park – Il film, dal 4 al 7 dicembre 2017 distribuito in tutte le sale d’Italia,  che ripercorre e fa rivivere tutte le emozioni del concerto di Modena Park 2017 e arricchito da preziosi materiali inediti e dalle riflessioni dello stesso Vasco Rossi. Sempre nel dicembre del 2017 vengono comunicate le date del Vascononstoplive 2018, che vede il cantante impegnato negli stadi italiani in nove date tutte nel giugno 2018. Il tour inizierà allo Stadio Olimpico di Torino il 1 e 2 Giugno 2018, per poi proseguire allo Stadio Euganeo di Padova il 6 e 7 Giugno 2018, allo Stadio Olimpico di Roma l’ 11 e 12 Giugno 2018, invece allo Stadio San Nicola di Bari il 16 e 17 Giugno 2018 e per finire unica data allo Stadio San Filippo di Messina il 21 Giugno 2018.

© 2018 Radio Birikina

Contatta Klasse Uno
E-mail: info@klasseuno.it
Numero Verde: 800 651 651
Tel.: 0423 736667
Fax: 0423 736634

WhatsApp