Roberto Vecchioni

Roberto Vecchioni

25 giugno 2020

Radio Birikina festeggia Roberto Vecchioni

Roberto Vecchioni nasce a Milano il 25 giugno 1943 da genitori napoletani. Nel 1968 si laurea in Lettere antiche all’Università Cattolica di Milano dove resterà per due anni come assistente di Storia delle religioni proseguendo poi per trent’anni la sua attività di insegnante di greco e latino nei licei classici. La sua attività nel mondo musicale inizia molto presto, negli anni ’60, come Ornella Vanoni, Mina, Iva Zanicchi, Gigliola Cinquetti. Nel 1973 partecipa al Festival di Sanremo con “L’uomo che si gioca il cielo a dadi”. Il successo di pubblico arriva nel 1977 con l’album “Samarcanda”. Nel 1974 vince con “Il re non si diverte” il premio della critica discografica italiana per il migliore disco dell’anno e nel 1983 è il vincitore del PremioTenco. Ha inoltre scritto numerosi libri: nel 2006 presso Einaudi esce la raccolta di fiabe “Diario di un gatto con gli stivali”. Numerosissimi i premi e riconoscimenti ricevuti, tra i quali spiccano la recente nomina a “Cavaliere Ufficiale della Repubblica” . Nel 2005 la casa discografica Universal pubblica “Il Contastorie” raccolta dei suoi brani più celebri registrati durante il tour teatrale di grande successo “Luci a San Siro .di questa sera” tenuto con due tra i più grandi jazzisti italiani: Patrizio Fariselli e Paolino Dalla Porta, in tutto il Paese.Due anni dopo esce il disco “Di rabbia e di stelle” e nel 2009 il live “In Cantus”. Torna sul palco del teatro Ariston nel 2011 con “Chiamami ancora amore”, canzone che si è aggiudicato il 61esimo Festival della canzone italiana.