Novità

Novità

Santana



20 luglio

Radio Birikina festeggia Santana

Carlos Augusto Alves Santana nasce ad Autlàn de Navarro il 20 luglio 1947 da una famiglia di musicisti.

Intorno agli anni ’60 la famiglia emigrò in California e Santana per aiutare i genitori, iniziò a lavorare come lavapiatti. Sempre appassionato di musica, Santana si unì al chitarrista Tom Frazier che aveva messo in piedi un gruppo rock insieme a Santana, Mike Carabello, Rod Harper, Gregg Rolie e Gus Rodriguez.

Dopo qualche tempo il nome della band si ridusse a “Santana” che esordì con un’ospitata in “In The Adventures of Mike Bloomfield and Al Kooper” con Al Kooper e Mike Bloomfield. Il primo album venne inciso per la casa discografica “Columbia Records”; la band cambiò la formazione iniziale: Livingston venne licenziato e sostituito con Mike Carabello e subentrò il percussionista Josè Chepito Areas.

Bill Graham convinse i promotori del Festival di Woodstock ad entrare in scena prima dell’uscita del loro vero album; la loro partecipazione fu un vero e proprio successo e la band si cimentò nel brano strumentale “Soul Sacrifice”. Nel 1970 grande successo venne raggiunto con “Abraxas” che vendette oltre quattro milioni di copie. L’anno dopo al gruppo si aggregò il chitarrista Neal Schon che lavorò insieme ai “Santana” al disco “Santana III”.

>Nel 1972 Carlos, Neal Schon e Coke Escovedo si unirono al batterista Buddy Miles, parte della band “Gypsies” per un concerto che portò alla realizzazione di un nuovo album. Poco dopo i “Santana” iniziarono a registrare il quarto album dal titolo “Caravanserai” (1972), che presenta sonorità vicine al jazz e al fusion.

In quel periodo Santana conobbe Deborah King, figlia del musicista blues Saunders King, con la quale nel 1973 convolò a nozze. A partire dal 1972 Santana divenne grande estimatore del gruppo “The Mahavishnu Orchestra”; con il chitarrista della formazione, John McLaughlin registrò l’album “Love, Devotion, Surrender”.

Altro album è “Illuminations” che vede la collaborazione della vedova di John Coltrane. Già in questo ultimo lavoro si erano registrati alcuni cambiamenti legati alla formazione della band del grande musicista, mutamenti che proseguirono con la sostituzione di Kermode, Thomas e Rauch a cui subentrarono il cantante Leon Patillo, il bassista David Brown e il sassofonista Jules Broussard.

Risale a questo periodo, ovvero il 1974, l’album “Borboletta”. Intorno al 1976 Santana impodse al gruppo un nuovo cambiamento di stile che si evidenzia all’ascolto del disco “Amigos” (1976) ricco di sonorità latine e funk. Tra le tracce presenti citiamo: “Dance, Sister, Dance”, “Let It Shine” e “Europa (Earth’s Cry Heaven’s Smile)”. I successi discografici di questo decennio permisero a Santana, con l’ausilio della “Columbia Records” di allargare gli orizzonti avviando una carriera da solista. Furono realizzati: “Oneness: Silver Dreams, Golden Reality” (1979) e “The Swing of Delight” (1980).

Gli anni ’80 potrebbero essere definiti come il “periodo orecchiabile” dei “Santana” dal punto di vista musicale: “Hold On” (1982), “Winning” (1981), sono due dei singoli di questo fortunato periodo. Ma gli anni ’80 sono anche il periodo di registrazione di altre esperienze artistiche anche come solista; a tal proposito citiamo “Havana Moon” e “Blues for Salvador”. Con i “Santana” nel 1986 venne registrato il disco “Freedom” che vede la collaborazione di Buddy Miles. Verso la fine degli anni ’80 Santana fondò un nuovo gruppo del tutto strumentale con il jazzista Wayne Shorter, il tastierista Patrice Rushen, il bassista Alphonso Johnson, i percussionisti Armando Peraza e Chepito Areas e il batterista Ndugu Leon Chancler.

Il 1990 è l’anno in cui Santana abbandonò la Columbia Records per passare alla Polygram. Un anno dopo prende parte all’album “Solo Para Ti” di Ottmar Liebert per i brani dal titolo “Reaching Out 2 U” e “Samba Pa Ti”.

Risale al 1999 “Supernatural” che includeva partecipazioni di Bobby Martin, Rob Thomas, Eric Clapton, Manà, Dave Matthews e altri. Il disco fu lanciato dal brano “Smooth”. Nel 2001 Santana lavorò con Michael Jackson alla canzone “Whatever Happens” tratta dall’album “Invincible”.

Nel 2008 Santana collaborò a “Fuoco nel fuoco” di Eros Ramazzotti.
Risale al 2010 l’album “Guitar Heaven: The Greatest Guitar Classics of All Time” e al 2012 “Shape Shifter”. 2010 è la data di uscita del nuovo album dal titolo “Guitar Heaven: The Greatest Guitar Classics of All Time”

©2019 Klasse Uno S.r.l. società con socio unico - Radio Birikina

Contatta Klasse Uno
E-mail: info@klasseuno.it
Numero Verde: 800 651 651
Tel.: 0423 736667
Fax: 0423 736634

× WhatsApp